mercoledì 12 aprile 2017

Errata corrige : per non urtare la sensibilità di qualcuno l'AVP organizza la PEDALATA REALE....


...inizio con un titolo che sembra preso da un film di Lina Wermuller....
Ho letto con grande dispiacere, sul blog Romhero, del fatto che ci accusi di esserci appropriati indebitamente del termine "bacchettata"...
peccato non l'abbia registrato come i più avveduti ideatori dell'Eroica.
Pur riconoscendo al signor autore la "primogenitura" di tale termine, esso è diventato tra gli appassionati sinonimo.
In questo senso è stato usato da noi e non certo per sostituire (!!!!!) la bacchettata di Bra a cui molti di noi hanno partecipato negli anni passati.

PS la foto è stata scattata ad una bacch...pardon, pedalata tra amici svoltasi a Parasacco -PV nel parco del Ticino, il 30 Ottobre 2011

lunedì 10 aprile 2017

11 Giugno La Bacchettata Reale !!



Facciamo uscire le nostre amate vecchiette !!
Domenica 11 giugno 2017 se avete voglia di unirvi a noi, ci troveremo al parco della Mandria, a Venaria Reale per una pedalata in compagnia, tutta all'interno del parco !
Il ritrovo è presso l'ingresso "ponte verde" alle ore 10, dove è situato un parcheggio gratuito.


Portate le vostre bici, non importa se bacchette, tolleriamo anche i freni a filo...
e del cibo e bevande da condividere per un picnic all'aperto !
E' gradito (ma non obbligatorio ) l'abbigliamento in tema con il veicolo !


per info francescodisario1@gmail.com

lunedì 20 febbraio 2017

Vittoria !!! il cambio..

Veramente quando Tommaso Nieddu depositò la domanda  di privativa industriale nel lontano         22 novembre 1930 non si parlava di cambio ma semplicemente di "tendicatena per bicicletta" e
di "rullo tenditore". Un'idea semplice che risolveva in modo pratico e soprattutto AFFIDABILE il problema di cambiare rapporto. Sì, avete ragione, non era sicuramente facile allentare il tendicatena, retropedalare e dare un colpo di tacco per far salire di pignone la catena, ma se ti mancavano queste doti acrobatiche ti fermavi un attimo e spostavi la catena con le dita: ci mettevi molto meno che girare la ruota. E poi la ruota stessa era in una posizione fissa, si potevano regolare molto meglio i freni.







Il dispositivo si compone di soli quattro componenti: una STAFFA da fissare al telaio su cui si impernia la LEVA che alla sua estremità ha il RULLO tenditore. La leva si blocca tramite un settore dentato fissato al telaio. 
Dicevo prima che questo sistema era soprattutto AFFIDABILE; questa è la qualità che conquistò i ciclisti del tempo. Intendiamoci, cambi ne erano già stati inventati un certo numero, soprattutto in terra francese, ma avevano fama di essere marchingegni assai fragili per le strade di allora.
Tommaso Nieddu racconta infatti in una intervista quanta fatica dovette fare per convincere i corridori di allora ad adottarlo. Contando che i primi prototipi furono creati nel 1927 e che la consacrazione arrivò solo con Binda, vincitore dei campionati mondiali di Roma del 1932 dovette avere una bella costanza; sicuramente era convinto della validità delle proprie idee.






Solo con il suo fratello maggiore, il VITTORIA  MARGHERITA si potrà tecnicamente parlare di cambio, infatti al tendicatena si aggiunge un meccanismo dotato di due alette deragliatrici comandate a mezzo di una trasmissione flessibile posta in cima alla leva, e cambiare in corsa diventerà una cosa alla portata di tutti

giovedì 5 gennaio 2017

Azzurro Beltramo il video !

Ritorno ancora sull'argomento, ma non potevo farne a meno. Vi segnalo questo bellissimo corto girato da due videomaker presenti alla mostra di settembre,  tributo alla maestria di Lino Beltramo.

https://www.facebook.com/HumusVideoLab/videos/1138627036253912/

domenica 6 novembre 2016

...ancora Beltramo...

Eh sì, oramai posso garantire che è un chiodo fisso ( e forse chi ne ha avuta almeno una concorderà con me .. )  ho un amore sconfinato per le creature di Lino Beltramo, e nonostante la mostra, l'impegno ed il libro,  continua la raccolta di notizie sulla sua storia. Proprio pochi giorni fa, su segnalazione di un amico, ho rintracciato una copia di Ruoteclassiche dove si racconta la storia della Cisitalia; dalle memorie di Dante Giacosa è venuta l'ennesima conferma che durante il secondo conflitto mondiale le biciclette Beltramo venivano prodotte in un loro reparto.
Un'altro granello aggiunto.
Ed ora immagini di qualche altro gioiello presente alla mostra


modello Asso con cambio Cervino


modello Asso con cambio Campagnolo due stecche


modello Pista con strepitosa guarnitura Siamt


modello Ballon


modello Rondine donna speciale senza cambio
 

lunedì 10 ottobre 2016

Azzurro Beltramo, immagini della mostra


Finalmente dopo un pò di tempo riesco a pubblicare alcune immagini della mostra, e della conferenza; questa è una panoramica del cortile dove si vedono quasi tutte le biciclette presenti.
























































 









































































































avvisiamo chi fosse interessato, la ristampa del libro è pronta.

domenica 18 settembre 2016

Azzurro Beltramo !! il libro






































E' con vero piacere ed un pochino di orgoglio che vi mostriamo il frutto delle nostre fatiche di questi ultimi mesi. Ieri, sabato 17 Settembre abbiamo presentato nella bellissima cornice di Palazzo Cisterna sede della città metropolitana di Torino, la biografia di Lino Beltramo, contestualmente ad una mostra dove erano presenti ben quarantadue biciclette da lui prodotte, alcune delle quali veri pezzi pregiati.
Alla presentazione ha partecipato la figlia Marilena che ha ricordato il padre con un commovente intervento; ospite gradito Beppe Conti che ha parlato del suo ultimo libro.
Ringraziamo ancora la città metropolitana di Torino per l'ospitalità e la collaborazione ( l'ufficio stampa ha realizzato un bellissimo video a ricordo di Beltramo https://www.youtube.com/watch?v=KN5r8oOTxYA  )  e ringraziamo ancora tutti i collezionisti intervenuti con le loro biciclette.

Il libro è stato apprezzato oltre le nostre più rosee previsioni ed è andato esaurito nella giornata dell'evento, per cui con piacere, daremo il via ad una ristampa.
Per chi fosse interessato prego inviare una mail al nostro contatto